Chi era Anna Maria Sibylla Merian?

Chi era Anna Maria Sibylla Merian? Reviewed by on . Rating: 4

Anna Maria Sibylla Merian fu una pittrice e naturalista tedesca nata a Francoforte sul Meno nel 1647.
Il padre, un incisore e editore svizzero, morì nel 1650 quando Sibylla aveva solo 3 anni, la madre Johanna Sybilla Heim si risposo con un pittore che insegnò a Sibylla il disegno, la pittura, l’incisione e l’acquerello.

Fin da giovanissima Sibylla si dedicò alla ricerca di insetti in particolare di bachi da seta e fiori che iniziò ad osservare e dipingere.
A soli 18 anni sposò il pittore Johann Andreas Graff, si trasferirono a Norimberga ed ebbero una figlia Johanna Helena.
Sibylla dedicò molto tempo allo studio degli insetti e della loro trasformazione da bruchi a bellissime farfalle; ne osservò lo sviluppo e scopri come da un uovo deposto nasce un bruco che cibandosi e racchiudendosi in un bozzo diventa farfalla.
Nonostante le superstizioni del tempo sugli insetti Sibylla cominciò a dipingere le loro vari fasi di trasformazione, comprese le piante di cui si nutrono.

Nel 1675 uscì il primo libro Il nuovo libro dei fiori, mentre nel 1680 esce la seconda edizione Florum fasciculi tres contenente una ricca e dettagliata serie di incisioni su fiori e insetti.

Nel 1678 nacque la seconda figlia Dorothea Henrica che eredita la passione della madre e diventa una sua collaboratrice, mentre nel 1685 si separò da Johann Andreas Graff e partì per l’Olanda dove visse nel castello Waltha con una comunità protestante di labadisti, ma nel 1691 a causa della rigida condotta della comunità lasciò il castello e si trasferì ad Amsterdam.

Nel 1699 partì con la figlia per il Suriname per studiare nuovi esemplari di insetti, la spedizione molto rischiosa venne guardata con molto scetticismo. Qui Sibylla aiutata dalla figlia e dagli indigeni raccolse esemplari di insetti, uova di serpenti e coccodrilli, e iniziò a dipingere oltre agli insetti anche frutti tropicali, piante e rettili. Solo due anni dopo Sibylla venne colta da febbre gialla ed fu costretta a fare ritorno ad Amsterdam.
Con il grande materiale raccolto scrisse Metamorphosis insectorum Surinamensium che uscì nel 1705.
Morì nel 1717 per un infarto.
Le tavole di Anna Maria Sibylla Merian sono tutt’ora molto ricercate dai collezionisti di tutto il mondo.

Tag

Guide simili che potrebbero interessarti

|