Chi era Antoni Gaudí?

Antoni Gaudí nasce nel 1852 nella catalogna, il luogo preciso della nascita è incerto alcuni documenti lo fissano nella cittadina di Riudoms altri in quella di Reus nella provincia della Tarragona. I genitori  Antònia Cornet Bertran e Francesc Gaudí i Serra erano artigiani calderai.

Ultimo di 5 figli Gaudì studiò a Barcellona negli anni in cui cresceva il modernismo catalano e la Renaixenca contribuendo attivamente all’atmosfera di rinnovamento culturale della città catalana, contrapponendosi al centrismo castigliano.
Studia e si diploma alla scuola superiore di architettura nel 1878 lavorando con i più grandi architetti dell’epoca. Nello stesso anno conobbe a Parigi l’industriale Eusebi Guell che divenne poi il suo mecenate commissionandogli numerose opere tra cui la sua residenza, palazzo Guell, in cui per la prima volta utilizza gli archi di catenaria.

Nel 1883 diviene architetto capo e inizia la costruzione della cripta e dell’abside della Sagrada Familia, l’impegno nella costruzione di questa immensa costruzione, non ancora terminata, lo assorbirà fino alla sua morte.

Tra le altre opere più famose, presenti nel capoluogo catalano, ricordiamo la Casa Vicens, prima opera importante dell’architetto, la Casa Calvet, un edificio del 1899 costruito per un produttore tessile, la Casa Batlò, una delle opere più originali divenuta patrimonio UNESCO nel 2005, la Casa Milà chiamata anche la Pedrera (cava di pietra) anch’essa patrimonio dell’umanità e oggi trasformata in un centro culturale.
Gaudì realizzo anche il magnifico parco Guell che sarebbe dovuto diventare una città giardino, acquistato nel 1920 dalla città di Barcellona oggi è un parco pubblico aperto tutto l’anno.

Nel 1926 morì investito da un tram, i soccorritori a causa del suo aspetto trasandato non lo riconobbero e lo trasportarono all’ospedale di santa Croce, un ospizio per mendicanti, venne riconosciuto solo successivamente dal cappellano della Sagrada Famiglia. Ai suoi funerali parteciparono migliaia di persone. Venne sepolto nella cripta della Sagrada Familia.

Tag

Guide simili che potrebbero interessarti

|