Chi era Dian Fossey?

Chi era Dian Fossey? Reviewed by on . Rating: 3.5

Dian Fossey nacque a San Francisco nel 1932, i genitori per problemi finanziari si separarono pochi anni dopo la sua nascita, Dian venne affidata alla madre che si risposo con un ricco costruttore, il rapporto con il patrigno non fu mai buono e la Fossey, andando contro il volere dell’uomo, si iscrisse alla facoltà di veterinaria.

Dopo aver letto un libro del famoso zoologo George Schaller iniziò ad interessarsi ai gorilla, decise cosi di autofinanziarsi e partire per l’Africa, nelle sei settimane che rimase in Tanzania conobbe il paleontologo Louis Leakey e la moglie, rimase per un periodo con loro e successivamente partì per lo Zaire dove incontrò i primi gorilla.

La svolta avvenne nel ’66 quando il dottor Leakey propose alla Fossey uno studio a lungo termine sui gorilla. Dian si dedicò all’osservazione e allo studio dei gorilla prevalentemente nelle montagne e nelle foreste del Ruanda nel Volcanoes National Park.

Nel 1970 fotografo Bob Campell del National Geographic Magazin venne inviato in Ruanda per effettuare un servizio fotografico sulla Fossey e sui gorilla, la popolarità della studiosa crebbe a dismisura tanto da essere considerata una delle maggiori esperte mondiali di gorilla. Dian sfrutto la popolarità acquisita per far conoscere al mondo intero la causa dei gorilla la cui sopravvivenza era in pericolo, minacciati, uccisi o catturati dai bracconieri per essere venduti negli zoo dove morivano poco dopo. Condusse anche dure battaglie per la salvaguardia dell’habitat dei gorilla distrutto dalla crescente invasione di turisti.

Minacciata dai bracconieri, che vedevano in lei un enorme ostacolo, la Fossey venne brutalmente assassinata nella sua capanna il 26 dicembre dell’85, con un panga, attrezzo locale usato per ammazzare i gorilla caduti nelle trappole. I responsabili non furono mai trovati e sulla sua morte c’è ancora un fitto mistero. Secondo la versione più probabile ad ucciderla sarebbero stati i bracconieri, la Fossey infatti aveva da poco ottenuto un visto per rimanere in Ruanda altri due anni.

dian fossey

 

La comunità scientifica da un lato apprezzava la Fossey per le sue scoperte mentre dall’altro la criticava per l’incapacità di gestire la situazione in particolare nei confronti di tribù locali che per cibarsi installavano trappole che accidentalmente causavano la morte di alcuni gorilla, la reazione della Fossey fu quella di distruggere tutte le trappole privando così la tribù del cibo necessario per la sopravvivenza.

Per ricordare l’82° compleanno Google le dedica il Doodle di oggi, 16 gennaio.

Tag

Guide simili che potrebbero interessarti

|