Come cucinare la trippa di baccalà

Come cucinare la trippa di baccalà Reviewed by on . Rating: 4.5

La trippa di baccalà è una gustosa variante della trippa alla romana ed è divenuto uno dei cavalli di battaglia della cucina vicentina.

Cosa serve

400 grammi di pomodori;

8 trippe di baccalà dissalate;

300 grammi di broccoli;

2 spicchi d'aglio;

4 scalogni;

1 limone;

olio extravergine d'oliva;

prezzemolo q.b.;

sale;

pepe.

Come fare

  1. Prendete le trippe di baccalà, lavatele bene e privatele della pelle e dei filamenti scuri; infine tagliatele a listarelle. Queste ultime dovrebbero avere lo spessore di un centimetro circa.

  2. Dopo aver pulito le trippe, prendete i due spicchi d'aglio e gli scalogni e tritateli finemente, fate scaldare quattro cucchiai d'olio in una padella e poi aggiungetevi le trippe, una manciata di prezzemolo, gli scalogni e l'aglio. Dopo qualche minuto unite anche il pomodoro tagliato a cubetti e poi fate cuocere il tutto a fiamma non troppo alta per dieci minuti circa, o almeno fino a quando le trippe non si taglieranno facilmente con la forchetta. E' necessario fare attenzione a non fare cuocere il baccalà più del dovuto, dato che, se fatte cuocere troppo, le trippe potrebbero iniziare a sfaldarsi.

  3. Dopo aver lavato e pulito bene il broccolo, fate cuocere le cime e, una volta cotte, frullatele con olio e una piccola quantità dell'acqua di cottura delle trippe, poi regolate di sale.

  4. Per completare il piatto, insaporite il baccalà con la salsa di broccoli e il sughetto ricavato dalla cottura, e servite con qualche fetta di pane tostato.

Tag

Guide simili che potrebbero interessarti

|