Come dare disdetta al canone RAI

Come dare disdetta al canone RAI Reviewed by on . Rating: 4.5

Il 31 di gennaio 2014 scade l’abbonamento RAI e i cittadini che detengono un apparecchio radio e/o televisivo devono pagare il canone che quest’anno è di 113,50 euro. Il canone è un contributo obbligatorio che va pagato anche se si possiede un apparecchio rotto tenuto in soffitta o se non si guardano i canali RAI. Quindi se non volete vedervi recapitare dall’agenzia delle entrate una cartella esattoriale per mancato pagamento dovete provvedere a dare disdetta. La disdetta al canone RAI va data entro il 31 dicembre dell’anno prima quindi per il 2014 entro il 31 dicembre 2013. Occorre inoltre essere in regola con il pagamento dell’anno precedente.

Cosa Fare

Se non possedete più alcun apparecchio (furto, incendio, guasto o se lo avete ceduto ad un'altra persona) compilate la cartolina D (o B) del libretto di abbonamento e inviatela con raccomandata A/R senza imbustarla, in alternativa se non possedete il libretto dovete compilare un modulo (trovate i molti modelli precompilati online) e inviarlo a

Agenzie delle entrate Ufficio Torino 1 - SAT Sportello abbonamenti TV - Casella Postale 22 - 10121 Torino
. Successivamente dovete compilare e firmare il modulo di dichiarazione sostitutiva dell'atto di notorietà che vi arriva e rispedirlo.

In caso di morte dell'intestatario dell'abbonamento dovete inviare all'indirizzo indicato precedentemente il modulo in cui comunicate la disdetta dell'abbonamento RAI indicando il numero dell'abbonamento, l'intestatario e allegando il certificato di morte. Inoltre dovete specificare se il televisore è stato ceduto ad un altra persona, in tal caso dovete indicare le generalità, l'indirizzo e specificare che è già intestatario di abbonamento RAI indicando il numero, oppure potete allegare la ricevuta di rottamazione dell'apparecchio indicando marca, modello, data di rottamazione e presso chi è stato rottamato. Se è stato invece rubato allegate la copia della denuncia di furto.

Se intendete far suggellare gli apparecchi dovete prima fare un vaglia versando 5,16 euro per ogni apparecchio da suggellare a favore dell’

Agenzia delle Entrate - S.A.T. Sportello Abbonamenti TV - Ufficio Torino 1 - casella postale 22 – 10121 Torino Vaglia e Risparmi
specificando nella causale "diritti per spese chiusura apparecchio televisivo, ruolo n.------"; poi compilate la cartolina D (o B) del libretto e speditela con raccomandata A/R unendo anche la ricevuta del vaglia, quando vi ritorna indietro la cartolina spedite sempre con raccomandata A/R il libretto all' indirizzo indicato precedentemente tenedo però le ricevute dei pagamenti.
Se invece non possedete il libretto dovete inviare il modulo di disdetta, reperibile online, all'indirizzo indicato precedentemente.
Dopo la domanda di suggellamento dell'apparecchio televisivo un incaricato provvederà a chiuderlo in uno specifico involucro in modo da renderlo inutilizzabile.

Per coloro che hanno 75 anni o più è possibile usufruire dell'esenzione del canone se il reddito proprio e del coniuge convivente non supera i 516,46 per tredici mensilità pari a 6.713,98 euro annui.

Conservate sempre una coppia dei documenti inviati e le ricevute dei pagamenti effettuati.

Tag

Guide simili che potrebbero interessarti

|