Come deumidificare casa in inverno

Come deumidificare casa in inverno Reviewed by on . Rating: 4

In inverno e nei periodi piovosi è ricorrente nelle case il problema dell’umidità in eccesso, avere case umide favorisce lo sviluppo di muffe con conseguenze negative sulla salute di chi ci abita. I livelli ottimali di umidità all’interno dell’abitazione dovrebbero essere compresi tra il 30 e il 50% se sono superiori bisogna correre ai ripari e deumidificare l’ambiente interno.

Come fare

  1. Potete ricorrere all'utilizzo di un deumidificatore da posizionare nelle stanze più umide in modo da risanarle, l'acqua raccolta potete utilizzarla per il ferro da stiro.

  2. Se però non volete spendere soldi nell'acquisto di un deumidificatore dovete tenere presenti alcuni accorgimenti in modo da non fare aumentare i livelli di umidità interni. Fate docce veloci e, se il vostro bagno ne è fornito, accendete la ventola di aerazione in modo da portare all'esterno il vapore acqueo, accendete la cappa della cucina quando cucinate e non stendete i panni in casa.

  3. Quando le temperature sono gradevoli e con scarsa umidità esterna aprite le finestre in modo da fare circolare l'aria.

  4. Non tenete troppe piante da appartamento all'interno di casa e innaffiatele solo quando necessario evitando ristagni di acqua nei sottovasi.

  5. Eliminate l'acqua di sbrinamento che si raccoglie nella vaschetta del frigo invece di farla evaporare.

  6. Molta umidità interna arriva dal suolo, quando piove o nevica non lasciate accumulare l'acqua e la neve contro i muri perimetrali della casa.

  7. Non mettere grossi mobili contro i muri più freddi e non ostruite le prese d'aria, lasciate sempre un po' di spazio tra mobilio e parete in modo da fare circolare l'aria e prevenire lo sviluppo di muffe.

  8. Se tutti questi accorgimenti non bastano a mantenere il tasso di umidità entro i livelli ottimali potete ricorrere ad un rimedio casalingo veloce, efficace ed economico: basta un contenitore, un sacchetto di organza e del sale grosso. Il sale grosso va messo dentro il sacchetto e posizionato nello scolapasta, lo scolapasta va quindi inserito in una pentola capiente. Il sale assorbe l'umidità contenuta nell'aria e la trasferisce nella pentola. In alternativa potete tagliare una bottiglia di plastica in due lasciando più alta la parte inferiore, togliete il tappo e chiudete la bottiglia con un pezzetto di organza bloccandolo con un elastico. Incastrate quindi la parte superiore ad imbuto all'interno della parte inferiore della bottiglia e fissatela con del nastro adesivo. Riempite ora la parte superiore di sale grosso e posizionate la bottiglia negli angoli più umidi, man mano che il sale si consuma aggiungetene nuovo.

Tag

Guide simili che potrebbero interessarti

|