Come dipingere i sassi

Come dipingere i sassi Reviewed by on . Rating: 4

Se volete abbellire la vostra casa con oggetti unici senza  spendere troppo il rock painting è quello che fa per voi.

Dipingere i sassi è un hobby che può coinvolgere tutta la famiglia soprattutto i bambini, inoltre se siete bravi a dipingere potete creare dei simpatici ed originali oggetti da regalare.

Cosa serve

Sassi di varie forme e dimensioni

Colori acrilici

Vernice acrilica trasparente

Pennelli

Matite e gomma

Come fare

  1. Iniziate a procurarvi i sassi: il mare o i greti di fiumi e torrenti sono i posti migliori per trovare pietre levigate dalle svariate forme e dimensioni. Potete scegliere sassi piatti per le pitture bidimensionali o quelli arrotondati per le pitture tridimensionali di maggior effetto. Se non avete tempo di cercare le pietre potete acquistarle nei vari garden center o dai rivenditori di materiali per l’edilizia. In alernativa potete utilizzare le pietre più belle che trovate in giardino o mentre preparate il terreno per la semina primaverile.

  2. Lavate bene le vostre pietre in modo da eliminare eventuali tracce di fango o alghe e stuccate eventuali crepe con del das o dello stucco.

  3. Osservate il vostro sasso e in base alla sua forma pensate a cosa diventerà esistono i sassi-cane quelli gatto o ancora i sassi tigre.

  4. Iniziate stendendo una mano di fondo partendo sempre dalla tonalità più scura per poi schiarire (ad esempio se volete disegnare un gattino bianco stendete un colore di fondo grigio, se lo volete rosso stendetelo marrone scuro).

  5. I colori acrilici tendono ad aderire bene alla pietra e sono molto versatili (i bambini possono sbizzarrirsi utilizzando i colori a tempera). Hanno il vantaggio di diluirsi in acqua ma hanno tempi di essiccazioni molto rapidi quindi occorre essere abili e veloci nello sfumare; inoltre ricordatevi che una volta asciutti i colori acrilici tendono a scurire.

  6. Per facilitare il lavoro potete tracciare i contorni della figura da disegnare sul sasso con una matita.

  7. Una volta fatto lo schizzo procedete con la pittura, i sassi essendo ruvidi tendono a consumare i pennelli per questo motivo scegliete quelli più duri che resistono maggiormente all’usura.

  8. Dipingere i sassi richiede tempo e pazienza, non abbiate fretta fermatevi spesso e riprendete il lavoro dopo una pausa! Può essere utile avere a disposizione una foto per vedere le tonalità, le zone di ombra e i punti luce.

  9. Se vi piace un tocco finale effetto gloss potete utilizzare una vernice acrilica trasparente che proteggerà maggiormente la vostra “opera d’arte”.

Tag

Guide simili che potrebbero interessarti

|