Come eliminare le macchie dalla A alla Z

Come eliminare le macchie dalla A alla Z Reviewed by on . Rating: 4.5

Esistono diversi tipi di macchie: quelle tenaci (alimenti appiccicosi, fango) quelle che vengono assorbite dai tessuti (olio, vino, succhi) e quelle che invece si depositano in superficie ma non penetrano all’interno (vernice). In qualunque caso la prima cosa da fare è spazzolare il tessuto quindi mettete la parte da trattare su una superficie pulita con sotto un panno bianco. prendete un tampone di stoffa e imbevetelo nella soluzione adatta per eliminare la macchia.
Ricordatevi di fare una prova in un angolo nascosto del capo per evitare di rovinarlo e di smacchiare il capo dal rovescio partendo dall’esterno della macchia, non strofinate il capo ma tamponatelo delicatamente quindi procedete con il lavaggio. Ricordatevi inoltre che le macchie andrebbero trattate fresche.

Vediamo ora come trattare diversi tipi di macchie.

Come fare

  1. ACETO: le macchie di aceto si eliminano con acqua e ammoniaca. Il tessuto va lavato in acqua fredda a cui è stata aggiunta qualche goccia di ammoniaca.

  2. ACQUA: l'acqua lascia degli aloni sui tessuti di seta; acquistate in farmacia del cremone di tartaro e spargetelo sulla macchia lasciatelo agire quindi spazzolate.

  3. BIRO e PENNARELLI: mettere il tessuto macchiato sopra della carta assorbente e tamponarlo con benzina o trielina o alcol più volte quindi lavare. Per la seta usare acqua e qualche goccia di limone.

  4. BIRRA: nel caso della seta usate acqua con qualche goccia di alcool denaturato quindi risciacquate bene; se si tratta di cotone trattate la macchia con glicerina dal rovescio e acqua dal diritto quindi procedete con il lavaggio.

  5. BRUCIATURA: i tessuti di cotone e lana vanno trattati con acqua ossigenata pura.

  6. CAFFÈ': potete smacchiare la macchia fresca con acqua minerale frizzante se invece è ormai secca usate glicerina e tamponate con una soluzione di ammoniaca e acqua.

  7. CALCE: prima di procedere al lavaggio il tessuto va spazzolato con una soluzione di acqua e aceto.

  8. CARBONE: se è fresca utilizzate un tampone imbevuto di benzina p trielina se è secca va prima ammorbidita con glicerina.

  9. CERA: aspettate che la cera si solidifichi quindi grattate la superficie per eliminare lo strato più spesso poi mettete la parte da trattare tra 2 fogli di carta assorbente quindi col ferro caldo fate sciogliere la cera che verrà assorbita dalla carta. Cambiate spesso carta finché la macchi sparisce.

  10. CIOCCOLATO: le macchie fresche si eliminano con acqua e detersivo quelle secche occorre usare una soluzione di acqua e borace (10 g per litro d'acqua).

  11. COLLA mettete sotto la macchia un tessuto assorbente quindi prendete un tampone imbevuto di acetone e strofinate quindi bagnate subito con acqua. Non utilizzare questo metodo se il tessuto è sintetico.

  12. COSMETICI: prima del lavaggio smacchiarli con etere (si acquista in farmacia). Attenzione l'etere è pericoloso occorre quindi utilizzare la mascherina!

  13. GELATO: si elimina con il detersivo.

  14. ERBA: preparare una soluzione con acqua, alcool denaturato e ammoniaca (3:2:1), mettete la parte macchiata su un panno e tamponate la macchia di erba con la soluzione. Se la macchia è su un tessuto bianco di cotone mettete la parte macchiata alla luce del sole bagnandola spesso con succo di limone e sale, poi lavate.

  15. FANGO: quando la macchia è secca spazzolatela, quindi procedete con il normale lavaggio, oppure se il tessuto non è lavabile tamponatelo con la trielina.

  16. FRUTTA: se la macchia è fresca lavateli in acqua fredda e poi acqua calda e candeggina, se è secca usate ammoniaca e acqua ossigenata.

  17. FULIGGINE: se il tessuto è cotone cospargetelo di sale fine quindi spazzolatelo via e tamponate con trielina. Procedete al normale lavaggio con sapone di Marsiglia.

  18. GOMMA DA MASTICARE: mettere il capo nel freezer, quindi staccare la gomma e lavare il capo.

  19. GRASSO E SUGO: utilizzate sulla macchia il talco lasciate assorbire l'unto quindi spazzolate e procedete al lavaggio, se il capo non si può lavare utilizzate trielina, benzina o trementina.

  20. INCHIOSTRO: sulle macchie secche usate alcol metilico quindi lavate strofinando con sapone di Marsiglia. Se la macchia è fresca mettete un tessuto sotto il capo da trattare e utilizzate una soluzione di sale fino e limone. Quindi procedere con il lavaggio. Per l'inchiostro di china tamponare immediatamente con ammoniaca pura perché una volta asciutta la macchia è indelebile.

  21. LIQUIRIZIA: usare una soluzione di acqua e qualche goccia di ammoniaca.

  22. LIQUORE: eliminare prima lo zucchero con acqua tiepida tamponando, quindi lavare in acqua tiepida e qualche goccia di ammoniaca.

  23. LUCIDO DA SCARPE: usare una soluzione di acqua e alcol, oppure trielina o trementina per i tessuti di cotone o lana.

  24. MARMELLATA: per le macchie secche mettere il capo in ammollo in acqua e borace.

  25. MATITA: cancellare con la gomma e poi spazzolare con acqua e ammoniaca.

  26. MUFFA: le macchie di muffa si eliminano col latte bollente: mettere la macchia in ammollo nel latte bollente e lasciarla finchè è freddo, quindi risciacquare e stendere al sole.

  27. NICOTINA: si elimina strofinando con acqua ossigenata.

  28. OLIO: come per il grasso usare il talco e lasciarlo agire per un paio di ore quindi spazzolare e pretrattare con sapone di Marsiglia e lavare, se non è lavabile dopo il talco trattare il tessuto con trielina.

  29. POLLINE: tamponare con alcol denaturato quindi lavare.

  30. POMODORO: tamponare con una soluzione di acqua e ammoniaca (1 litro di acqua e 4 cucchiai di ammoniaca) quindi lavate con sapone di Marsiglia.

  31. PROFUMO: smacchiate con acqua ossigenata e sciacquate con acqua e aceto.

  32. RESINA: utilizzate la trementina sulla lana e l'acquaragia sul cotone.

  33. ROSSETTO: lavare in acqua calda e detersivo, se il tessuto non è lavabile trattare con trielina o etere.

  34. RUGGINE: su lana, seta o tessuti sintetici tamponate con acqua e ammoniaca, su tessuti lavabili utilizzate acido ossalico o un prodotto antiruggine oppure del succo di limone caldo.

  35. SANGUE: se il tessuto è sintetico tamponate con acqua ossigenata. Se è lavabile metterlo in ammollo in acqua fredda e ammoniaca, quindi lavate con il sapone.

  36. SCIROPPI MEDICINALI: lavate normalmente il capo per sicurezza tamponarlo prima con alcol denaturato.

  37. SMALTO PER UNGHIE: eliminate con acetone quindi lavate se non è un tessuto lavabile usate acetato di amile.

  38. SUDORE per il cotone utilizzate acqua e ammoniaca per seta e lana usate acqua ossigenata e aceto.

  39. TE': se la macchia è fresca usate polvere borica se è secca ammorbidite prima con glicerina.

  40. TINTURA DI IODIO: tamponate con acqua e ammoniaca quindi lavate.

  41. UOVO: pulite con acqua fredda e sapone di Marsiglia oppure pretrattate con acqua e ammoniaca quindi lavate.

  42. URINA prima del lavaggio trattate con acqua ossigenata e ammoniaca.

  43. VERNICE: appoggiate la macchia su carta assorbente quindi dal rovescio trattare con trementina o acquaragia. Se la macchia è secca ammorbidirla con olio di oliva. Lavate poi con sapone di Marsiglia.

  44. VINO: il vino bianco si elimina con un normale lavaggio in lavatrice per quello rosso occorre esporre la macchia al vapore di fiori di zolfo (si trovano in farmacia). Attenzione i vapori di zolfo sono tossici mettersi all'aperto.

  45. Ricordatevi che molti prodotti per la pulizia sono tossici e dannosi per l'ambiente leggere sempre le istruzioni sulle confezioni e attenersi scrupolosamente ad esse.

Tag

Guide simili che potrebbero interessarti

|