Come fare per smettere di fumare

Come fare per smettere di fumare Reviewed by on . Rating: 4

Sono molti fumatori che vogliono liberarsi dalla schiavitù della sigaretta, per fumatori incalliti smettere di fumare non è facile e spesso dopo qualche tempo senza sigarette inevitabilmente si ricade nella tentazione e si riprende nuovamente a fumare. Considerando i danni causati dal fumo a livello del sistema respiratorio, cardiocircolatorio oltre che ai danni alla pelle, sarebbe doveroso che i fumatori prendessero in considerazione di smettere. Vediamo quindi insieme qualche consiglio per aiutare tutti coloro che vogliono smettere di fumare.

Come fare

  1. Oltre alle varie tecniche proposte per uscire dalla dipendenza del tabagismo, la consapevolezza dei danni causati dal fumo, dovrebbe essere sufficiente a dare l'input necessario. L'apparato respiratorio, essendo il primo a venirne in contatto, è il più a rischio. Ma il fumo crea anche problemi di impotenza, aumenta la probabilità di tumori a diversi organi, oltre ai polmoni, provoca la caduta dei capelli , l'insorgere di macchie sulla pelle e sui denti e la comparsa precoce di rughe. Se ciò non bastasse a convincere anche il più incallito tra i fumatori a smettere, esistono varie tecniche che, se seguite con tenacia, possono dare buoni frutti.

  2. Il primo passo per smettere di fumare, consiste nel non acquistare più pacchetti di sigarette ed evitare di frequentare ambienti ove vi siamo fumatori; il desiderio di fumare nei primi due giorni di astinenza è molto forte, ma solo due settimane dopo, cala notevolmente.

  3. Nel momento in cui si avverte la necessità di accendere la sigaretta, si dovrebbe cercare di pensare ad altro; inoltre sarebbe buona norma evitare situazioni classiche che inducano a fumare, quali bere il caffè a fine pasto o una serata in casa tra amici rilassati comodamente sul divano.

  4. Se tutto ciò non bastasse, in commercio si possono trovare dei cerotti antifumo transdermici, simili a quelli usati comunemente, da applicare sulla pelle, soprattutto durante il primo mese, utili ad attenuare il desiderio di fumare e i sintomi di astinenza.

  5. Possono rivelarsi anche utili i gruppi di incontro, presieduti da un esperto medico o da uno psicologo, frequentati da coloro che veramente hanno intenzione di smettere con il tabacco nonché l'assunzione di prodotti omeopatici e naturali prescritti da un medico omeopata.

  6. E' utile anche consultare il medico di base, che può offrire preziosi consigli ed avviare ad un programma per allontanare la nicotina dal proprio fisico.

  7. Da non sottovalutare anche la consapevolezza dei benefici che si hanno subito dopo aver smesso di fumare: oltre a quelli immediati, quali l'eliminazione della nicotina entro poche ore, lo stabilizzarsi del livello di monossido di carbonio e di ossigeno e la pressione del sangue che si stabilizza, dopo poche settimane i risultati possono essere sorprendenti. Si acquista maggiore forza, le attività non risultano più essere così pesanti e il sistema respiratorio, danneggiato dal fumo, riprende le sue funzioni normali, oltre a rimuovere il muco dai polmoni. Smettere di fumare è quindi possibile; è un atto dovuto a noi stessi e a chi ci sta vicino, ai nostri figli e all'ambiente che ci circonda.

Tag

Guide simili che potrebbero interessarti

|