Come fare un saggio breve

Come fare un saggio breve Reviewed by on . Rating: 3.5

Mancano ormai pochi giorni all’esame di maturità e tra le tracce della prima prova troviamo il saggio breve, un testo di carattere argomentativo e informativo che va svolto interpretando e rielaborando la documentazione che viene fornita dai docenti durante la prova d’esame.

Il saggio breve è una via di mezzo tra un tema espositivo, che consiste nell’elencare quello che viene riportato nei documenti allegati alla prova, informando sulle prese di posizione, e il tema argomentativo che consiste nell’esporre una tesi e argomentarla per sostenerla. Naturalmente saranno più apprezzati gli studenti che prenderanno una posizione chiara sull’argomento piuttosto di quelli che si limiteranno a elencare le varie tesi.

Il saggio breve può essere di carattere storico politico, tecnico scientifico, socio economico o artistico letterario.

Durante la stesura occorre evitare espressioni “secondo me, a mio avviso”, etc., in quanto il testo deve risultare impersonale e oggettivo. Per quanto riguarda la lunghezza non bisogna superare le 5 colonne di un foglio protocollo (2-3 facciate).

Come fare

  1. Importante dare un titolo che riassuma in modo esaustivo il contenuto e che sia conforme con lo sviluppo del testo, e dare una destinazione editoriale coerente con il registro linguistico adottato.

  2. Quando inizi la prova leggi attentamente la documentazione che vi viene fornita, analizzala e sottolinea le parti più significative, il materiale va selezionato in base alla tesi assunta da argomentare.

  3. Quando hai letto tutto il materiale e hai sottolineato le parti che ti interessano è utile fare una scaletta con gli argomenti che poi dovrai sviluppare. Suddividi la scaletta in introduzione, tesi, documentazione e conclusione: nell’introduzione dovrai presentare e introdurre l’argomento che poi andrai a sviluppare; la tesi, che andrai ad elaborare e ad argomentare grazie ai documenti, deve essere chiara e concisa, cerca di collegare i documenti secondo un filo logico, in questo caso è utili utilizzare connettori come “dunque”,” inoltre”, “pertanto”, “in seguito”… I vari punti che elabori devono essere supportati dal materiale fornito.

  4. Terminato il corpo centrale devi scrivere una buona conclusione che ribadisca la tesi che hai precedentemente esposto.

  5. Quando hai scritto tutto il saggio, rileggilo con cura, valuta che sia scorrevole, corretto e che non ci siano errori ortografici, valuta l’aderenza alla scaletta e la forza delle tue teorie inoltre considera la validità delle fonti quindi ricopialo sul foglio di bella e rileggilo ancora un’ ultima volta.

  6. Ricordati inoltre che il saggio breve si rivolge ad un lettore che possiede già delle competenze sull’argomento trattato e vuole approfondirle quindi utilizza un registro linguistico appropriato.

Tag

Guide simili che potrebbero interessarti

|