Come pulire l'argento

Come pulire l’argento Reviewed by on . Rating: 4.5

Se avete oggetti di argenteria che col tempo si sono anneriti ecco un metodo rapido per pulirli senza dover strofinare.

Per pulire l’argento annerito dal tempo vi occorre solamente un contenitore della capienza adatta a contenere gli oggetti, del sale grosso da cucina e della carta stagnola, di quella utilizzata per avvolgere gli alimenti. Svolgete le operazioni all’aria aperta per non respirare l’odore che si sprigiona durante la pulizia.

Cosa serve

Sale grosso

Acqua

Un recipiente di plastica, vetro o ceramica

Un rotolo di alluminio

Come fare

  1. Fate riscaldare dell'acqua senza portarla ad ebollizione, la quantità deve essere tale da riempire e ricoprire completamente gli oggetti di argento dentro il contenitore di plastica.

  2. Mentre l'acqua si scalda foderate con la carta di alluminio il recipiente di plastica, vetro o ceramica aggiungete all'interno il sale grosso quindi collocate i vostri oggetti di argento dentro il contenitore. Aggiungete circa un cucchiaio di sale grosso per litro di acqua.

  3. Quando l'acqua è sufficientemente calda versatela dentro il contenitore in modo da ricoprire completamente l'argenteria.

  4. Lasciate il tutto in ammollo per circa 15-20 minuti,. Trascorso il tempo togliete i vostri oggetti di argento lavateli con del sapone risciacquateli ed asciugateli con molta cura.

  5. Poiche durante la fase di pulizia si sente un cattivo odore è opportuno svolgere tale operazione all'aria aperta lasciado la bacinella sul terrazzo. La pulizia si spiega con la reazione elettrochimica che avviene tra i sali d'argento e l'alluminio, l'argento si riduce e perde la patina nerastra, mentre l'alluminio si ossida.

  6. Tale trattamento va bene per gli oggetti di argento non eccessivamente sporchi, tenete presente che non è indicato per i preziosi che contengono pietre o perle in quanto potrebbe danneggiarle, prestate quindi molta attenzione.

Tag

Guide simili che potrebbero interessarti

|