Come risolvere il problema dell'umidità per infiltrazione dal suolo

Come risolvere il problema dell’umidità per infiltrazione dal suolo Reviewed by on . Rating: 4

L’umidità dei muri di casa, che si manifesta con la presenza di muffa sulle pareti e intonaci scrostati può essere dovuta alle infiltrazioni dal terreno, l’acqua per capillarità risale dal suolo e se la casa non è ben isolata si formano macchie scure, il pavimento e le pareti risultano umide e si possono formare sollevamenti nelle piastrelle.

Per risolvere il problema è indispensabile in fase di costruzione o ristrutturazione dell’edificio provvedere ad eliminare il contatto tra la soletta e il terreno utilizzando o un apposito materiale o utilizzando degli iglù per favorire il passaggio di aria.

Come fare

  1. Nella prima ipotesi occorre utilizzare specifici materiali da interporre tra il terreno e la soletta in calcestruzzo, il vespaio va realizzato con una particolare argilla espansa in granuli che viene posta sul terreno e ricoperta con un telo di tessuto non tessuto che ha funzione impermeabile dopo aver realizzato la soletta occorre proteggere e consolidare il massetto con uno specifico prodotto.

  2. In alternativa alle perle di argilla espansa è possibile utilizzare gli iglù, dei moduli in plastica dura con una curvatura tale da resistere a forti pressioni, che vengono collegati tra loro in modo da creare un'intercapedine sottopavimeto vuota per favorere il passaggio di aria. Gli igloo sono prodotti in modo tale da lasciare un vuoto nella parte sottostante dove può circolare l'aria e dove è possibile far passare le tubazioni. Per favorire la naturale circolazione dell'aria occorre lasciare delle aperture nelle pareti esterne protette da apposite griglie. Grazie a questa circolazione di aria viene disperso anche il pericoloso gas Radon eventualmente presente.
    Per avere un naturale effetto camino i fori di entrata vanno posizionati a nord poco più alti del terreno mentre quelli di uscita vanno posti a sud ad una quota elevata, preferibilmente il tetto, in questo modo il sole riscaldando le pareti a sud favorisce il naturale moto ascensionale dell'aria.

  3. In caso di nuova costruzione o ristrutturazione si possono scegliere moduli di altezza fino a 80 cm mentre se si vuole intervenire in un'abitazione esistente in modo meno invasivo è possibile ricorrere al posizionamento di moduli più bassi (5-10 cm) sul pavimento, si crea poi il nuovo massetto su cui andare a posare il nuovo pavimento, in tal caso però la superficie di calpestio viene rialzata. La struttura viene poi ricoperta con il calcestruzzo e si crea la soletta su cui poi andare a posizionare il pavimento.

Tag

Guide simili che potrebbero interessarti

|