Come sturare gli scarichi

Residui di cibo, capelli, carta, detersivi o corpi estranei possono intasare gli scarichi domestici formando delle vere e proprie ostruzioni con conseguenze spiacevoli.

Poiché prevenire è meglio che curare nei lavandini, vasche e docce è utile utilizzare delle griglie protettive in modo da bloccare capelli e corpi estranei che accidentalmente finiscono nello scarico, tali griglie vanno quotidianamente pulite e i residui trattenuti buttati nella spazzatura.

Come fare

  1. I disgorganti chimici oltre ad essere dannosi per l'ambiente e a volte non rispettosi per le tubazioni, servono se l'ingorgo e localizzato a livello del sifone, nel caso il tappo sia localizzato nel tubo del muro spesso tali prodotti non risolvono il problema in quanto riescono solo ad intaccare una parte del tappo ma non a eliminarlo completamente. Esistono anche prodotti che una volta nel tubo formano una schiuma che libera l'ingorgo, in questo caso però a volte occorre utilizzare molto prodotto per fare arrivare la schiuma fino al punto del tappo. Nel caso decidiate di utilizzare prodotti chimici ricordatevi sempre di indossare un paio di guanti di gomma e degli occhiali protettivi.

  2. Nel caso di uno scarico otturato l'acqua ristagna nel lavandino, poiché non sempre si possono smontare i tubi (nel caso di docce e vasche da bagno) vale la pena tentare con una ventosa o con aria compressa, in entrambi i casi per evitare di disperdere la pressione occorre chiudere il buco di scarico posto in alto, quello per intenderci del troppo pieno che svuota il lavandino. La ventosa deve avere un diametro sufficientemente grande in modo da spingere molta acqua nello scarico. Poggiate la ventosa sul fondo, spingete lentamente la ventosa per svuotarla dall'aria quindi tirate e spingete violentamene finche lo scarico si stura.

  3. Le pistole ad aria compressa invece devono essere appoggiare sullo scarico quindi si aziona la pistola che spingendo aria nel tubo lo sbocca. In alternativa potete collegare un tubicino flessibile al rubinetto, il tubo va poi spinto all'interno del lavandino in modo da agire direttamente sul tappo che ha causato l'ingorgo.

  4. In commercio si trovano anche delle molle a manovella che consentono di arrivare direttamente al tappo la molla, lunga 3-5 metri, va inserita direttamente nel muro non nel lavandino, quindi dovete smontare il sifone. La molla va girata e mossa velocemente avanti e indietro in modo da fargli fare delle contorsioni, strofinando contro le pareti del tubo disgregherà completamente il tappo. Tirate fuori la molla e ripulitela da tutte le impurità quindi reinseritela nel muro finchè non uscirà pulita. Per far muovere più velocemente la molla potete anche collegare un'estremità ad un avvitatore elettrico, inserite completamente la molla nello scarico e avviate a bassa velocità l'avvitatore, non estraete troppo la molla dallo scarico altrimenti girando crea una matassa pericolosa che avvolge tutto quello che sta intorno.

  5. Per smontare il sifone, mettete sotto una bacinella capiente per raccogliere l'acqua contenuta nel lavandino, quindi allentate il gomito e togliete il sifone, utilizzate uno scovolino per pulirlo accuratamente.

  6. Sturare il lavandino è un'impresa non sempre facile per questo motivo è meglio prevenire l'ingorgo: non buttate capelli negli scarichi, oli di cucina e non usate detersivi in polvere. I detersivi in polvere infatti non si sciolgono completamente e i residui si possono impastare con oli e grassi e formare il tappo. Anche il grasso una volta raggiunto il sifone freddo solidifica e forma una poltiglia che rimane nel tubo, meglio pulire con carta assorbente da cucina e buttare tutto nella spazzatura. In alternativa insieme all'olio fate scorrere acqua calda per qualche minuto cosi da accompagnarlo lungo tutto il tubo.

  7. Ricordatevi inoltre tenere pulita la pigna in garage e cantina, i locali situati sottoterra sono dotati infatti di uno scarico a pavimento indispensabile in caso di perdite e allagamenti, rimuovete la griglia e lavatela con acqua e detersivo, eliminate tutte le incrostazioni aiutandovi con una spatolina e ripulite l'interno con una spugna, quindi rimontate la griglia.

Tag

Guide simili che potrebbero interessarti

|