Cosa mangiare dopo l'estrazione di un dente

Cosa mangiare dopo l’estrazione di un dente Reviewed by on . Rating: 4

Se un dente è malato e non può essere salvato con interventi conservativi (devitalizzazione, otturazione, etc) o se crea degli impedimenti fisici viene rimosso, l’avulsione di un dente crea dolore e una sensazione di gonfiore. Per evitare complicazioni occorre seguire delle regole precauzionali a partire dal cibo che si può mangiare dopo l’estrazione.

Come fare

  1. Dopo l'estrazione del dente occorre seguire una dieta leggera e ricca di acqua, gli alimenti non devono essere caldi meglio preferire cibi liquidi o semi solidi come passati di verdure, purè, omogenizzati, yogurt, frullati o budini, successivamente si può mangiare anche della carne macinata o del pesce bollito. Nelle ore successive all'estrazione è ottimo il gelato, oltre a essere morbidoessendo fresco aiuta ad alleviare dolore e sensazione di gonfiore.

  2. Meglio evitare per le 36 ore successive cibi solidi in quanto i residui possono infiltrarsi tra le gengive e favorire lo sviluppo di batteri ghiotti di carboidrati che possono portare a infezioni e complicazioni anche gravi.

  3. Per favorire una rapida guarigione non masticate gomme o caramelle gommose, non utilizzate spazzolini elettrici o a setole dure ma procedete con molta delicatezza nell'igiene orale.

  4. Per quanto riguarda antibiotici, antidolorifici, collutori e sciacqui con soluzioni disinfettanti seguite le indicazioni del dentista.

  5. Nelle ore immediatamente successive all'estrazione tenete una borsa con del ghiaccio sulla guancia per qualche minuto, quindi toglietela e rimettetela dopo una decina di minuiti, il fresco aiuta a dimuniore la sensazione di gonfiore e di dolore.

  6. Non toccate continuamente il punto dell'estrazione con la lingua e non risucchiate dove una volta c'era il dente, tali comportamenti aumentano il tempo necessario per la guarigione. Non toccate assolutamente con le mani.

  7. Evitate anche di fumare, bere alcolici e fare sport pesanti nei giorni giorni successivi all'operazione.

  8. Se avete febbre o se il dolore persiste anche dopo 3 giorni contattate il medico.

  9. L'estrazione di un dente sano, è il caso dei denti del giudizio, va incontro a meno complicazioni rispetto all'avulsione di un dente malato danneggiato da carie profonda, ascessi, pulpiti, etc. inoltre pazienti con patologie quali diabete, malattie autoimmuni, o pazienti sotto corticosteroidi possono avere un decorso post operatorio più difficile.

Tag

Guide simili che potrebbero interessarti

|