Cosa sono i PCB?

Cosa sono i PCB? Reviewed by on . Rating: 4

I bifenili policlorurati o policlorobifenili (PCB) sono una miscela di idrocarburi clorurati impiegata a partire dagli anni ‘30 del secolo scorso per diversi usi industriali (lubrificanti, fluidi per scambio termico e per circuiti idraulici, come additivi in vernici, materie plastiche, ritardanti di fiamma, adesivi).

I PCB sono composti organici la cui struttura è quella di un bifenile in cui gli atomi di idrogeno sono sostituiti da 1 o più atomi di cloro (fino ad un massimo di 10). Esistono 209 congeneri che si differenziano per la posizione ed il numero degli atomi di cloro sugli anelli fenolici.

I PCB hanno trovato un’ampia gamma di utilizzi e applicazioni grazie alla loro stabilità chimica, alla non infiammabilità a per essere isolanti termici ed elettrici.

Essendo molto stabili i policlorobifenili sono anche molto persistenti nell’ambiente, hanno poi una bassa solubilità in acqua ma sono solubili nei grassi e in altre sostanze idrofobe come gli oli.

La IARC, Agenzia Internazionale per la Ricerca sul Cancro, ha classificato i PCB come probabili cancerogeni per l’uomo (gruppo 2A).

La Convenzione di Stoccolma sui POP (inquinanti organici persistenti tra cui rientrano anche i PCB) pone l’obbiettivo di una eliminazione o diminuzione di tali sostanze caratterizzate da un’elevata persistenza nell’ambiente, da una scarsa degradabilità, soggette al trasporto ambientale su lunghe distanze e a biomagnificazione (si trovano cioè a concentrazioni maggiori ai livelli superiori delle catene trofiche).

L’esposizione prolungata anche a bassissime dosi di PCB è altamente pericolosa in quanto porta ad un loro accumulo nel fegato nel sistema  nervoso e in tutti i tessuti ricchi di lipidi.

I PCB si diffondono nell’acqua e da qui penetrano nel corpo degli animali accumulandosi nel tessuto adiposo.

L’uso dei PCB è diminuito a partire dagli anni ‘70 e la loro produzione è stata messa al bando in numerose nazioni; in Italia nel 1983 ha cessato l’attività lo stabilimento Caffaro di Brescia l’unico che in Italia produceva PCB.

Tag

Guide simili che potrebbero interessarti

|