Quali cibi contrastano l’invecchiamento

Quali cibi contrastano l’invecchiamento Reviewed by on . Rating: 3.5

La dieta antiaging, secondo gli esperti, deve basarsi su una riduzione delle calorie e dei grassi saturi, unitamente a un aumento nel consumo di fibre, pesce azzurro, verdura e frutta.

Come fare

  1. Portare in tavola, per esempio, un'insalata di avocado, assicura all'organismo una buona dose di potassio e di vitamina E, impagabili alleati di una pelle fresca. Oltre alla prevenzione dell'invecchiamento cutaneo, questo frutto apporta grassi monoinsaturi, abbassando i livelli di colesterolo, contrastando la ritenzione idrica e l'ipertensione. Colorando l'insalata di avocado con un po' di melograno, si potrà potenziare l'effetto antiaging grazie ai flavonoidi, preziosi antiossidanti che aiutano l'apparato cardiocircolatorio e quello gastrointestinale.

  2. Sempre nel regno vegetale vanno tenuti in considerazione tutti i frutti e le verdure nere, blu e rosso, dai pomodori fino ai frutti di bosco, dalle barbabietole fino alle bacche di goji, capaci di regalare al nostro organismo antiossidanti particolarmente potenti e in grado di ingaggiare una vera lotta contro i radicali liberi, principali responsabili di tutte le diverse manifestazioni dell'invecchiamento. Sempre tra i frutti utili per contrastare l'invecchiamento le ciliegie, le fragole, le bacche di Acai, le carote ricche di vitamina C e di beta carotene.

  3. Anche una buona tazza di tè verde può fornire una pausa salutare, che permette di fare il pieno di un mix di antiossidanti composto da tannini, polifenoli e bioflavonoidi. Un consumo regolare rinforza il sistema immunitario, fa splendere pelle e capelli, apporta minerali alle ossa, impedisce all'organismo di immagazzinare zuccheri in eccesso e rende più agevole la digestione.

  4. Via libera anche al pesce azzurro. Sardine, alici e sgombri sono preziose fonti di Omega 3, acidi grassi che, oltre a possedere proprietà antinfiammatorie, riescono ad agire anche come regolatori dell'umore dando vigore e senso di benessere. Chi non ama il pesce può assumere Omega 3 consumando noci e semi di lino. La frutta secca, in particolare, è ricca di minerali. Potassio, ferro, rame, selenio, zinco prevengono i numerose malattie, migliorano la digestione e abbassano i livelli di colesterolo. Attenzione però a farne un consumo giornaliero ma in quantità molto moderate, dal momento che si tratta di alimenti fortemente calorici.

Tag

Guide simili che potrebbero interessarti

|