Quali sono i rimedi per la pancia gonfia?

Quali sono i rimedi per la pancia gonfia? Reviewed by on . Rating: 4.5

La pancia gonfia, dovuta ad un eccessivo accumulo di gas nello stomaco e nell’intestino, è sintomo di diversi disturbi all’apparato digerente. Può essere un fastidio passeggero (sindrome premestruale, menopausa, aumento di peso, pasti abbondanti e consumati velocemente) oppure essere dovuta a patologie più gravi (cancro a colon e ovaio, celiachia, intolleranze alimentari, appendicite, intestino irritabile etc.).

La pancia gonfia è caratterizzata da crampi, flatulenza, stipsi, eruttazione e rappresenta una fonte di disagio per molte persone. Se non soffriamo di particolari patologie un buon rimedio per contrastare il gonfiore è quello di bere acqua dopo i pasti. Al mattino proviamo a sostituire il caffè con una tisana di erbe, ad esempio al finocchio che ha un’azione digestiva e anti meteorica, oppure all’anice o al coriandolo e cumino. Anche il tiglio, la valeriana, la melissa e il biancospino sono ottime erbe da assumere sia sotto forma di tisane sia come capsule o gocce.
Un ottimo rimedio è il carbone attivo, sostanza vegetale in compresse che assorbe i gas intestinali.
Ricordiamoci di assumere molte fibre per migliorare la funzionalità del nostro intestino e consumare con regolarità frutta e verdura.
Anche l’aloe vera con le sue proprietà antinfiammatorie e riequilibrante è un valido aiuto.
Alla sera consumiamo una tisana alla camomilla che ci aiuta a rilassarci contribuendo a distendere la muscolatura dello stomaco migliorando gli stati ansia e le tensioni.

Ricordiamoci che avere la pancia gonfia può essere sinonimo di cattive abitudini alimentari: limitiamo il consumo di legumi, fritti, insaccati, formaggi stagionati, verdure cotte, mollica di pane, alcolici, bibite gassate e gomme da masticare o caramelle.
Optiamo per cibi ad hoc come asparagi, finocchi, carciofi, cereali integrali, pesce azzurro, kiwi, mele, pere, ananas, uva, avocado e papaya.
Cerchiamo di non saltare i pasti e di fare spuntini leggeri durante la giornata ed evitate di consumare la frutta a fine pasto in quanto aumenta la fermentazione del cibo nello stomaco, inoltre mangiamo lentamente senza parlare.

L’ultimo consiglio e quello di fare una regolare attività fisica, basta una mezz’ora di camminata veloce al giorno per migliorare il nostro benessere sia fisico che mentale oppure seguire corsi di pilates e yoga.

Ricordatevi inoltre di consultare il vostro medico se il disturbo è frequente o non si risolve in breve tempo.

Tag

Guide simili che potrebbero interessarti

|