Quali sono i rimedi per l'allergia primaverile ai pollini?

Quali sono i rimedi per l’allergia primaverile ai pollini? Reviewed by on . Rating: 3.5

La primavera è una stagione critica per chi soffre di allergia ai pollini e deve fare i conti con starnuti, prurito, lacrimazione, congestione e ostruzione nasale, oltre a sintomi a carico dell’apparato respiratorio quali tosse secca e in alcuni casi asma. I soggetti che manifestano con cadenza stagionali anche solo alcuni di questi sintomi devono consultare il proprio medico che può richiedere una visita allergologica.

A inizio primavera i sintomi sono causati principalmente dal polline degli alberi mentre in tarda stagione l’allergia è solitamente dovuta alle piante erbacee in particolare graminacee.

I sintomi dell’allergia si manifestano principalmente durante le giornate secche e ventose quando l’aria è più carica di polline. Per sapere se nella propria zona sono previsti picchi di pollini è possibile consultare su internet le previsioni del polline (potete consultare per esempio i siti Arpa della vostra regione).

Come fare

  1. Per ridurre l'esposizione al polline evitate di uscire durante le giornate ventose e secche, meglio fare una passeggiata dopo una giornata di pioggia quando l'acqua ha ripulito l'aria dal polline .

  2. Evitate di sostare nei campi o nei prati in particolare dopo il taglio dell'erba e delegate qualcun altro ai lavori nell'orto e nel giardino. Se proprio non potete farne a meno indossate una mascherina sul viso in modo da non inalare i pollini dispersi nell'aria.

  3. Quando tornate a casa cambiatevi i vestivi e fatevi una doccia per lavare da pelle e capelli i pollini depositati, inoltre durante la giornata lavatevi spesso il viso con acqua fresca.

  4. Anche gli animali domestici possono portare all'interno di casa i pollini che rimangono attaccati al pelo, evitate quindi di farli dormire sul divano o peggio nel vostro letto.

  5. Non aprite le finestre per far cambiare l'aria in casa se c'è vento o alla sera, meglio optare per un condizionatore dotato di filtro ad alta efficienza per il particolato atmosferico, anche in auto meglio usare il condizionatore e non aprire i finestrini.

  6. Non stendete i vestiti e le lenzuola all'aria aperta in quanto possono riempirsi di pollini e per le pulizie domestiche utilizzate un aspirapolvere dotato di filtro HEPA ad alta efficienza. Aspirate il pavimento e i tappeti quotidianamente in modo da eliminare gli allergeni inoltre sarebbe opportuno sostituire le moquette, ricettacolo di polvere e allergeni, con un normale pavimento soprattutto nella camera da letto.

  7. Per controllare i sintomi delle allergie stagionali si ricorre all'uso di farmaci da banco o prescritti dal proprio medico, quali antistaminici, decongestionanti. Mentre per valutare a che tipo di polline/i si è allergici occorre ricorrere ad analisi del sangue o a test cutanei. Oltre ai farmaci antiallergici, da assumere durante la stagione in cui si manifestano i disturbi, è possibile sottoporsi all'immunoterapia specifica cioè a vaccini antiallergici.

Tag

Guide simili che potrebbero interessarti

|