Quando presentare il modello 730/2014 per la dichiarazione dei redditi?

Anche quest’anno siamo giunti all’appuntamento con la dichiarazione dei redditi, l’Agenzia delle Entrate ha pubblicato sul sito il modulo per il modello 730/2014 relativo ai redditi per l’anno 2013 e la relativa guida per la compilazione.

Nel caso di sostituto d’imposta il modello va presentato entro il 30 aprile 2014 mentre se viene presentato ad un professionista abilitato o al CAF si ha tempo fino al 31 maggio 2014. Se il 30 aprile o il 31 maggio cadono di sabato o in un giorno festivo la scadenza viene posticipata al primo giorno feriale successivo.

Il modello può essere presentato ad un professionista abilitato (commercialista, ragioniere, consulente del lavoro) ad un Caf oppure al proprio sostituto d’imposta cioè al datore di lavoro o all’ente pensionistico.

La dichiarazione con il modello 730 può essere presentata dai pensionati (in possesso di determinati redditi) e dai lavoratori dipendenti.
Il modello offre alcuni vantaggi, non dovendo eseguire calcoli risulta più semplice da compilare, viene trasmesso all’Agenzia delle Entrate dal datore di lavoro o dall’ente pensionistico o dall’intermediario a cui il contribuente si è rivolto. Il rimborso dell’imposta così come eventuali versamenti di somme dovute avvengono direttamente in busta paga o sulla pensione. Nel primo caso a partire dal mese di luglio, mentre per le pensioni ad agosto o settembre.

Il modello 730 va presentato al sostituto d’imposta già compilato mentre il 730-1, riportante la scelta relativa all’otto per mille e al cinque per mille dell’Irpef, deve essere consegnato in busta chiusa. Mentre se consegnate il modello al Caf o ad un professionista potete sia presentarlo già compilato e non pagare nulla, sia farvi aiutare nella compilazione. Dovete inoltre presentare in busta chiusa il modello 730-1. Per poter verificare i dati riportati dovete consegnare al Caf o al professionista a cui vi siete rivolti tutta la documentazione necessaria (CUD, scontrini, ricevute, fatture, quietanze, etc.) che dimostrino il diritto alle deduzioni e alle detrazioni richieste.

Il Caf o il professionista abilitato tiene copia della documentazione mentre l’originale rimane al contribuente. I documenti che consegnate quest’anno per la dichiarazione dei redditi vanno conservati fino al 31 gennaio del 2018.

Importanti novità anche per detrazioni relative alle spese sostenute per interventi di recupero del patrimonio edilizio, per l’acquisto di elettrodomestici (classe energetica non inferiore all’A+) e di mobili, per il risparmio energetico e per l’adozione di misure antisismiche.

Tag

Guide simili che potrebbero interessarti

|